breganze.jpg
A+ A A-
  • Scritto da Padovan Gilberto
  • Categoria: Generale
  • Visite: 108

CONVIVIO DI NATALE

Nel giorno dell'Immacolata, Stampa Veneta Insieme ha radunato soci e amici per il tradizionale pranzo di Natale. E' stato in incontro gioioso che ha visto, attorno ad un raffinato tavolo reale, numerose persone impegnate nel sociale come la nostra associazione. Dopo il saluto del presidente Giorgio Volpato, a condurre l'incontro è stato il vicepresidente Gilberto Padovan. Il momento più commovente è stato il ricordo che Stampa Veneta Insieme ha voluto dedicare al socio Giancarlo Murer, consegnando alla signora Ines Murer un crest con dedica personalizzata. Ospite principale è stato Paolo Bianchi, redattore del quotidiano “Libero”, che ha parlato di un tema di grande attualità, la depressione, presentando il suo libro “L'intelligenza è un disturbo mentale”. Altri ospiti presenti: Dino Galparoli, ex-giocatore dell'Udinese, la presidente dell'Unicef Padova, Rinalda Montani, che ha parlato dei problemi dell'infanzia, Mario Zorzetto ed Elena Pizzighello che hanno spiegato il progetto della costruzione di una scuola in Etiopia. All'incontro conviviale ha dato una nota di gaia serenità natalizia la presenza di numerosi bambini, molti dei quali piccolissimi, figli di alcuni nostri associati: Celeste Crosetta, Achille Zanutto, Giada e Giorgia Marin, Tommaso Murer, Alvise Lazzaro, Lorenzo e Federico Pettenuzzo. Nel corso del pranzo sono state illustrate anche tutte le attività svolte nell'anno corrente.

Gilberto Padovan

 

  • Scritto da Padovan Gilberto
  • Categoria: Generale
  • Visite: 215

Stampa Veneta Insieme invitata al XXV anniversario di “Caorle Mare Magazine”

Nel “Cason del Conte” (Carlo Trevisan), la redazione del mensile “Caorle Mare Magazine” ha festeggiato i suoi 25 anni di vita. Una storia editoriale di lungo corso, iniziata da un'idea di Isidoro Silvestrini e di Renzo Trevisan, ma subito affidata all'editore e direttore responsabile Flavio Ineschi che, nel corso degli anni, ha dato vita ad una capillare rete d'informazione mirata a far conoscere tutto ciò che era, tutto ciò che è, tutto ciò che auspicabilmente sarà Caorle insieme al suo comprensorio. Un impegno di marketing e informazione per la valorizzazione culturale e turistica di una zona che si è sempre distinta per l'accoglienza del visitatore. La serata si è svolta nel complesso archeologico “I Casoni”, sito che risale all'epoca preistorica. Alte costruzioni a forma di capanna, di suggestiva bellezza, realizzate con sole canne palustri intrecciate e sostenute da un'impalcatura di legno che sorgono ai bordi della Laguna. In antichità e fino a qualche decennio fa costituivano un sicuro riparo per i pescatori nel periodo della pesca che andava dall'8 settembre, Festa della Madonna delle Grazie, detta popolarmente “Madonna dei Fagotti” al 24 dicembre, Vigilia di Natale, periodo detto “Fraìma”.

Gilberto Padovan